“Ho un cancro in fase terminale e morirò presto, ma voglio smettere di fumare per i miei figli”

MEDICINA ONLINE FUMARE FUMO SIGARETTE NICOTINA DIPENDENZA DROGA TOSSICODIPENDENZA CANCRO TUMORE POLMONI GRASSO SMETTERE INGRASSARE DIMAGRIRE METABOLISMO CENERE MOZZICONE GIOVANI TABACCOUna signora con un cancro terminale ai polmoni, ci spiega perché per lei è importante smettere di fumare, anche se sta per morire:

“Ho un cancro ai polmoni in fase terminale e morirò entro due mesi. Sono qui per smettere di fumare e voglio chiarire che non mi sto prendendo in giro. So benissimo che anche smettendo di fumare non mi salverò. Per me è troppo tardi. Sto morendo e non posso farci niente. Ma smetterò di fumare. Forse potreste domandarvi il perché sto smettendo anche se morirò ugualmente. Bene, ho le mie ragioni. Quando i miei bambini erano piccoli, continuavano a tormentarmi per il mio fumo. Ho detto loro tante volte di lasciarmi stare, che volevo smettere ma non ne ero capace; e gliel’ho detto così tante volte che alla fine hanno finito di chiedermi di smettere. Ora i miei figli hanno fra i venti e i trent’anni e due di loro fumano. Quando mi hanno diagnosticato il tumore, li ho pregati di smettere. Mi hanno risposto con una faccia terrorizzata che volevano farlo ma che non ne erano capaci. So dove l’hanno imparato e ne sto diventando pazza. Così voglio smettere per dimostrare a loro che mi sbagliavo. Non era vero che non potevo smettere di fumare: semplicemente non volevo farlo! Ho smesso da due giorni e so che non fumerò più un’altra sigaretta. Non so se questo farà smettere qualcun altro, ma volevo dimostrare ai miei figli e a me stessa che potevo smettere di fumare. E se io posso smettere, anche loro possono farlo; chiunque può farlo.“

Qualche giorno dopo aver scritto questa emozionante lettera, la signosra smise di fumare e lo disse ai figli. Ne furono talmente colpiti che dissero che se lei aveva potuto smettere, potevano e dovevano farlo anche loro e smisero in quell’esatto istante. Di lì a sei settimane il cancro la uccise, ma i suoi figli non fumarono mai più: il suo esempio non è andato perduto.

Parti di questo testo, ampliate dal nostro Staff, sono tratte dal libro “Non fare più nemmeno un tiro” di Joel Spitzer, molto utile sia per chi vuole smettere di fumare che per chi ha già smesso e vuole evitare di “cadere in tentazione”. E’ un libro gratuito, scaricabile legalmente dal link contenuto nel nostro articolo: Non fare più nemmeno un tiro: il libro gratuito per chi ha smesso e per chi vuole smettere di fumare

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Smettere di fumare e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.