Differenza tra anatomia macroscopica e microscopica

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma COME SONO FATTI I MUSCOLI Riabilitazione Nutrizionista Medicina Estetica Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata Macchie Capillari Linfodrenaggio Pene Vagina PettoraliL’anatomia umana è la disciplina scientifica che studia la morfologia dell’essere umano, di uomo e donna, in età adulta, infantile e neonatale. La conoscenza dell’anatomia è necessaria al medico per poter comprendere la fisiologia, la fisiopatologia e l’anatomia patologica del corpo umano e risulta importantissima specie in campo chirurgico. L’anatomia umana viene suddivisa in due grossi “blocchi” che sono: anatomia macroscopica e anatomia microscopica.

L’anatomia macroscopica (o “antropotomia“) è lo studio delle strutture anatomiche che possono essere viste senza l’aiuto del microscopio, semplicemente tramite l’osservazione diretta delle diverse strutture. L’anatomia macroscopica comprende quindi la descrizione di forma, colore, peso di un dato organo, tessuto sistema o apparato, della sua vascolarizzazione arteriosa e venosa, della sua innervazione e dei vasi linfatici che gli appartengono. Dell’origine ed inserzione dei tessuti. Dell’anatomia macroscopica fa parte anche l’anatomia regionale (anche chiamata “anatomia topografica“) considera l’organizzazione del corpo umano in parti principali o segmenti e si occupa dello studio dei rapporti esistenti tra i vari organi, della zona che essi occupano e di come possono essere eventualmente proiettati sulla superficie corporea. Essendo l’approccio macroscopico molto intuitivo, si può dire che l’anatomia macroscopica è una delle branche della medicina più antiche in assoluto, già conosciuta ai tempi dell’Antico Egitto.

L’anatomia microscopica è lo studio delle strutture anatomiche che sono talmente piccole che possono essere osservate solo con l’assistenza di un microscopio, ed include l’istologia (studio dell’organizzazione dei tessuti) e la citologia (studio delle cellule). Lo studio microscopico e quello macroscopico si completano a vicenda e la conoscenza dell’uno necessita anche la conoscenza dell’altro, per porre le basi del corretto studio della fisiologia e della patologia umana. Per fare un esempio, semplificando, mentre l’anatomia macroscopica del fegato si occupa del fegato nella sua interezza, nei rapporti che sviluppa con gli organi vicini e dei vasi che lo irrorano, l’anatomia microscopia si occupa invece della morfologia degli epatociti, cioè le cellule che compongono il fegato.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, La medicina per tutti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.