Differenza tra nervo cranico, encefalico e spinale con esempi

MEDICINA ONLINE NERVI CRANICI ENCEFALICI ANATOMIA FUNZIONI SCHEMA TABELLA PATOLOGIE NUMERAZIONE DANNI OLFATTIVO OTTICO OCULOMOTORE TRIGEMINO ABDUCENTE FACCIALE VESTIBOLOCOCLEARE VAGO GLOSSOFARINGEO ACCESSORIO IPOGLOSSO

I 12 nervi cranici

Con “nervo” in medicina si indica una importante struttura del sistema nervoso periferico (SNP), che risulta dal raggruppamento di più assoni che sono dei prolungamenti dei neuroni (un nervo è quindi un “fascio di assoni”) e che ha il compito di trasportare gli impulsi nervosi dal sistema nervoso centrale alla periferia e viceversa. Ricordiamo che il sistema nervoso periferico collabora con il sistema nervoso centrale (SNC) il quale è composto da encefalo e midollo spinale. Il sistema nervoso periferico, proprio grazie ai nervi, ha il compito di:

  • trasmettere verso il sistema nervoso centrale tutte le informazioni ricevute DALLA periferia dell’organismo, in modo che vengano da esso elaborati;
  • diffondere tutte le informazioni elaborate dal sistema centrale, VERSO la periferia dell’organismo.

Esistono due tipi di nervi che vanno a comporre il sistema nervoso periferico:

  • le 12 paia di nervi cranici (o “encefalici”): originano nell’encefalo (specie dal tronco encefalico) ed innervano la testa e il collo;
  • le 31 paia di nervi spinali: originano nel midollo spinale ed innervano tutte le parti del corpo non innervate dai nervi cranici (in pratica tutto il corpo escluso testa e collo). 

In base al tipo di assoni che li costituisce, sia i nervi cranici che quelli spinali possono essere di tre tipi:

  • nervo sensitivo (o afferente): conduce gli impulsi nervosi dalla periferia (ad esempio dai recettori cutanei del calore) verso il sistema nervoso centrale;
  • nervo motorio (o efferente): conduce gli impulsi nervosi dal sistema nervoso centrale verso la periferia (muscoli scheletrici e ghiandole);
  • nervi misti: possono agire sia come nervi motori che come nervi sensitivi.

Nervi cranici o encefalici

I nervi cranici sono chiamati anche “nervi encefalici” (i due termini sono sinonimi). Sono in tutto 12 paia, sia motori che sensitivi che misti, innervano testa e collo e sono identificati con i primi dodici numeri romani. avremo quindi un I nervo cranico (leggi “primo nervo cranico”) di destra ed un I nervo cranico di sinistra; successivamente avremo un II nervo cranico (leggi “secondo nervo cranico”) di destra ed un II nervo cranico di sinistra e così via. Tra le 12 paia di nervi cranici, 5 sono motori, 3 sono sensitivi, 4 sono misti:

  • I nervo (olfattivo) sensitivo (trasmette informazioni sull’odorato);
  • II nervo (ottico) sensitivo (trasmette informazioni sulla vista);
  • III nervo (oculomotore) motorio (trasmette informazioni motorie per movimenti dell’occhio, costrizione/dilatazione pupillare ed accomodazione del cristallino;
  • IV nervo (trocleare) motorio (trasmette informazioni motorie per movimenti dell’occhio);
  • V nervo (trigemino) misto (trasmette informazioni sensitive dalla faccia e segnali motori per la masticazione);
  • VI nervo (abducente) motorio (trasmette informazioni motorie per movimenti dell’occhio);
  • VII nervo (facciale) misto (trasmette sensibilità gustativa, segnali efferenti per le ghiandole salivari/lacrimali e movimenti dei muscoli facciali);
  • VIII nervo (vestibolococleare) sensitivo (trasmette udito ed equilibrio);
  • IX nervo (glossofaringeo) misto (trasmette sensibilità della cavità orale, baro- e chemocettori dei vasi sanguigni ed efferenze per la deglutizione e per la secrezione della ghiandola salivare parotidea;
  • X nervo (vago) misto (trasmette afferenze ed efferenze per moltssimi organi interni, muscoli e ghiandole);
  • XI nervo (accessorio) motorio (trasmette informazioni motorie per i muscoli della cavità orale, del collo e della spalla);
  • XIII nervo (ipoglosso) motorio (trasmette informazioni motorie per i muscoli della lingua).

In blu i nervi encefalici sensitivi, in rosso quelli motori, in verde quelli misti.

Per approfondire:

Nervi spinali

I nervi spinali sono strutture nervose con origine nel midollo spinale e adibite all’innervazione delle parti del corpo non controllate dai nervi cranici (in pratica tutto l’organismo tranne collo e testa). MEDICINA ONLINE SISTEMA NERVOSO ANATOMIA FUNZIONI CERVELLO CENTRALE PERIFERICO SIMPATICO PARASIMPATICO MIDOLLO SPINALE TRONCO ENCEFALICO CEREBRALE MESENCEFALO PONTE BULBO MIDOLLO ALLUNGATOSono in tutto 31 paia e sono identificati con l’iniziale e il numero dell’elemento vertebrale dal quale emergono, ad esempio la coppia di nervi spinali T1 emerge a livello della prima vertebra toracica, mentre la coppia di nervi spinali L2 emerge a livello della seconda vertebra lombare (vedi immagine in alto).

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, Neurologia, psicopatologia e malattie della mente e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.