Segno di Tinel positivo: significato, esecuzione, patologie indicate

MEDICINA ONLINE SEGNO DI TINEL HOFFMAN MANOVRA SEMEIOTICA MEDICA ESECUZIONE SIGNIFICATO POSITIVO FORMICOLIO DISTALE COMPRESSIONE PARESTESIE SINDROME TUNNEL CARPALE CUBITALE RADIALE TARSALE MANO POLSO NERVO COMPRESSIONE.jpgCon “segno di Tinel” (in inglese “Tinel’s sign“) in medicina ed in particolare in semeiotica, si indica un test di provocazione che mette in evidenza una irritazione nervosa periferica causata da compressione nervosa, usato dal medico durante l’esame obiettivo per aiutarsi nel processo diagnostico. Il segno di Tinel viene anche chiamato “manovra di Tinel” o “segno del formicolio” o “formicolio distale alla percussione” o “segno di Hoffmann-Tinel” o ancora “segno di Hoffmann”.

Origine del nome

Il segno di Tinel deve il suo nome al neurologo francese Jules Tinel che si occupò dei danni ai nervi periferici dovuti a ferite di guerra a cavallo tra l’800 ed il ‘900 e che per primo intuì l’importanza diagnostica di questa manovra semeiologica nei pazienti con disturbi della sensibilità associati al danno dei nervi periferici. In realtà il segno di Tinel venne descritto con alcuni mesi di anticipo dal medico tedesco Paul Hoffmann nel marzo 1915: a causa della guerra in corso (la Prima Guerra Mondiale) e del fatto che Francia e Germania erano fazioni opposte, né il tedesco Hoffmann, né il francese Tinel erano al corrente dei rispettivi studi scientifici relativamente a questo segno. In base a ciò, la comunità scientifica ritiene più corretto parlare di “segno di Hoffmann-Tinel”.

Quando si usa?

La manovra di Tinel viene usato dal medico, in particolare il medico neurologo, durante l’esame obiettivo, per aiutarsi nella diagnosi e nella diagnosi differenziale delle neuropatie da compressione e in molte altre patologie di interesse neurologico, come ad esempio:

  • sindrome del tunnel carpale;
  • sindrome del tunnel cubitale;
  • sindrome del tunnel radiale;
  • sindrome del tunnel tarsale;
  • conflitto nervoso ulnare al polso o sindrome del canale di Guyon: è colpita la metà (ulnare) del quarto dito e del quinto dito;
  • sclerosi laterale amiotrofica;
  • sclerosi multipla.

Esecuzione

La manovra di Tinel viene effettuato in particolare dal medico neurologo durante l’esame obiettivo. La procedura consiste nel comprimere attraverso ripetute percussioni un determinato nervo nei punti in cui si superficializza. Ad esempio nel sospetto di sindrome del tunnel carpale, dove il nervo mediano è compresso al polso, l’esaminatore comprimere attraverso ripetute percussioni la regione anteriore del carpo in corrispondenza del canale carpale.

Segno di Tinel: quando è positivo?

La manovra di Tinel è considerata positiva quando il paziente avverte parestesie o talvolta un dolore che si irradia all’avambraccio e alla mano, in particolare al pollice, indice, medio e metà radiale del quarto dito.

Segno di Tinel positivo: cosa indica?

La positività del segno di Tinel evidenza l’irritazione del nervo correlata alla compressione del nervo periferico e può quindi indicare la presenza ad esempio di una sindrome del tunnel carpale. La positività del segno di Tinel non è solamente indice di patologia: ad esempio in caso di rigenerazione nervosa post traumatica, il segno di Tinel diventa positivo durante il recupero somatosensoriale e tende ad irradiarsi con gradualità sempre più distalmente, man mano che progredisce la rigenerazione nervosa.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, Neurologia, psicopatologia e malattie della mente, Ortopedia, reumatologia e medicina riabilitativa e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.