Molibdeno: benefici, funzioni, fabbisogno, dieta, integratore, carenza, tossicità

MEDICINA ONLINE MILK LATTE VACCINO DI CAPRA PASTORIZZATO STERILIZZATO UHT ALTA QUALITA FRESCO LUNGA CONSERVAZIONE MICROFILTRATO INTERO PARZIALMENTE SCREMATO LIPIDI GRASSI COLESTEROLO BAMBINI NEONATI LATTANTI DIETA CALORIEIl molibdeno (Mo) è un metallo di transizione che forma ossidi ed è un componente del coenzima pterina, essenziale per l’attività della xantina ossidasi, della solfito ossidasi e dell’aldeide ossidasi.

Funzioni e benefici

Il molibdeno si trova in massima parte in fegato e reni; esso favorisce l’assimilazione ed il corretto metabolismo dei grassi e dei carboidrati, ma interviene anche nella sintesi proteica e nella corretta distribuzione del ferro ai vari organi e apparati; il molibdeno passa per l’intestino e viene espulso dalle urine. Si tratta di un minerale indispensabile per il corretto funzionamento fisiologico nella sua totalità, infatti il molibdeno risulta efficace per mantenere uno stato di benessere generale dell’organismo, neurologico e psicologico.

Carenza

Una carenza di solfito ossidasi, su base genetica, è stata descritta nel 1967 in un bambino con ritardo mentale, convulsioni, opistotono e dislocazione del cristallino. Questa malattia era legata alla mancata formazione del coenzima del molibdeno, nonostante l’adeguata presenza di molibdeno.

Tossicità

La tossicità da solfito dovuta alla carenza di molibdeno è stata notata in un paziente trattato per un lungo periodo con una NPT e che presentava tachicardia, tachipnea, cefalea, nausea, vomito e coma. Lo studio metabolico ha mostrato degli elevati livelli di solfito e di xantina e dei bassi livelli di solfato e di acido urico nel sangue e nelle urine, permettendo la diagnosi. La somministrazione di ammonio molibdato, 300 mg/die EV, ha portato a una pronta guarigione. Sia le carenze di molibdeno su base genetica che quelle nutrizionali, sono rare. L’assunzione di molibdeno varia da100 a 500 mg/die e deriva principalmente dalle carni di organo, dai cereali integrali e dai legumi.

Fabbisogno giornaliero

Una sicura, adeguata e raccomandata assunzione di molibdeno è pari a 75-250 µg/die per gli adulti e a 25-75 µg/die per i bambini di età compresa tra 1 e 6 anni. “µg” indica “microgrammi”.

Integratore alimentare

Un ottimo integratore di molibdeno, consigliamo dal nostro Staff, è questo: https://amzn.to/2PzbubL

Dieta

Cibi ricchi di molibdeno sono: latte e derivati, lievito di birra, cacao, germe di grano, ortaggi (in particolare i vegetali a foglia verde scuro), le uova, i legumi e certi cereali, soprattutto integrali (orzo, riso, mais, avena, farina di soia, farina di grano).

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Informazioni su dott. Emilio Alessio Loiacono

Medico Chirurgo - Direttore dello Staff di Medicina OnLine
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente, Integratori alimentari, vitamine e sali minerali, Medicina di laboratorio, chimica, fisica, biologia, genetica e statistica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.