Ipovitaminosi (carenza di vitamine): sintomi, lingua, unghie, cura

MEDICINA ONLINE UNGHIE UNGHIA SPEZZATA FRAGILE ROTTURA SMALTO VITAMINE SALI MINERALI.jpgCon il termine “ipovitaminosi” si indica una condizione di carenza di una o più vitamine determinata da ridotta assunzione dietetica (malnutrizione per difetto) o daridotto assorbimento, ad esempio a causa di malassorbimento. Con “avitaminosi” ci si riferisce alla totale mancanza di uno o più vitamine. Le vitamine sono necessarie al corretto funzionamento del nostro corpo e sono importanti antiossidanti.

Perché le vitamine sono essenziali?

 

Tutte le vitamine sono da considerare essenziali, poiché non possono essere sintetizzate dal nostro organismo e devono essere assunte con la dieta. Sono eccezioni a tale regola, solo tre vitamine:

  • vitamina K: può essere sintetizzata anche dalla flora batterica intestinale;
  • vitamina B3: si può formare anche dal metabolismo del triptofano;
  • vitamina D: viene prodotta dal nostro organismo in seguito all’esposizione alla luce solare.

Funzioni delle vitamine

Le vitamine svolgono alcune funzioni specifiche, tra cui:

  • vitamine A, B6, B12, C: contribuiscono alla normale funzione del sistema immunitario;
  • vitamine A, D, B, C: agiscono come fattori di crescita;
  • vitamine B1, B2, B6, B12, B3, C: contribuiscono alla normale funzione del sistema nervoso;
  • vitamine A, E, C: proteggono le cellule dai danni dei radicali liberi e quindi dall’invecchiamento;
  • vitamine A, B2, B6, B9, B3: aiutano a proteggono pelle e mucose.

Diffusione

Le gravi ipovitaminosi da denutrizione sono molto rare nei paesi più ricchi del mondo e molto diffuse nei paesi più poveri; nei paesi ricchi una lieve ipovitaminosi può dipendere da una dieta che comprenda pochi alimenti ricchi di vitamine, dalla senescenza o da patologie come il malassorbimento.

Cause di ipovitaminosi

Nei paesi industrializzati, come l’Italia, fattori carenziali di modesta entità sono abbastanza comuni, a causa dello scarso consumo di alimenti ricchi di vitamine, come la frutta di stagione, oppure a causa della cottura dei vegetali, che può ridurre il contenuto vitaminico dei cibi. A tal proposito leggi: No ai cibi troppo cotti: l’eccessiva cottura distrugge vitamine e nutrienti

E’ importante anche ricordare che le tecniche di agricoltura intensiva attuale ed i lunghi tempi di conservazione, tendono ad impoverire gli alimenti del loro contenuto di vitamine. Stati carenziali da tali cause, pur essendo probabilmente molto diffusi, sono tuttavia lievi e generalmente non determinano problemi o sintomi. Un più grave deficit di una o più vitamine può essere invece caratteristico nei pazienti più anziani o indigenti, negli alcolisti cronici o in occasione di alcune patologie, come:

  • celiachia;
  • chetoacidosi alcolica;
  • colangite sclerosante;
  • encefalopatia di Wernicke;
  • giardiasi;
  • malassorbimento di varia natura;
  • malattie infettive;
  • morbo di Crohn;
  • psicosi di Korsakoff;
  • sprue tropicale;
  • terapie antibiotiche.

Sintomi

Dal momento che, come visto precedentemente, ogni vitamina tende ad avere una funzione abbastanza specifica, i sintomi di ipovitaminosi dipendono dalla vitamina o dalle vitamine interessate dal deficit, ad esempio un deficit di:

  • vitamina D, determina sintomi a carico dell’apparato scheletrico, compresi ossa e denti;
  • vitamine con proprietà spiccatamente antiossidanti (A, E, C), determina maggir suscettibilità a infezioni ed a malattie degenerative;
  • acido folico (vitamina B9), determina anemia o, in gravidanza, aumento del rischio di parto prematuro o di spina bifida nel bimbo;
  • vitamina A, determina riduzione della vista e maggior rischio di epatopatia
  • vitamine del gruppo B, determina maggior rischio di disturbi neurologici, ansia e depressione.

Generalmente una carenza generale di tutte le vitamine determina tali sintomi:

  • astenia (mancanza di forza);
  • facile affaticabilità;
  • diminuzione della vista;
  • fragilità di unghie e capelli;
  • alterazioni a livello della lingua;
  • maggior rischio di fratture ossee;
  • più rapido invecchiamento della pelle;
  • maggiore suscettibilità alle infezioni.

Per approfondire, leggi anche:

Terapia

La terapia dell’ipovitaminosi dipende dalla cura specifica della patologia a monte che l’ha provocata. Per contrastare in particolare l’ipovitaminosi da malnutrizione per difetto si consiglia l’assunzione quotidiana di frutta e verdura fresca, possibilmente non cotta e biologica; se necessario può essere di estrema utilità anche l’assunzione giornaliera di un integratore multivitaminico e multiminerale completo, come questo: https://amzn.to/2JOuLU8

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.