Shopping compulsivo: come smettere di fare acquisti in 14 passi

MEDICINA ONLINE INTERNET WEB CARTA DI CREDITO SITI AMAZON E COMMERCE DIPENDENZA DA INTERNET SHOPPING ONLINE COMPULSIVO OSSESSIVO DISTURBO SINDROME ACQUISTO SOLDI BANCAROTTA COMPUTER PC SMARTPHONE TABLET CELLULARE TELEFONINO

Usare la carta di credito ci dà l’illusione di spendere meno 

Lo shopping compulsivo (o “sindrome da acquisto compulsivo“) è un disturbo del controllo degli impulsi caratterizzato dal desiderio incontrollabile di fare acquisti, sia in negozi fisici che online. Gli “acquirenti compulsivi” (o “shopper compulsivi”) sono originariamente degli acquirenti del tutto normali, contraddistinti da un acquisto saltuario di beni necessari o raramente non necessari, ma col tempo diventano schiavi di uno stato di ansia che li costringe a comprare qualsiasi cosa, soprattutto beni non necessari. La sindrome da acquisto compulsivo è sempre esistita, tuttavia è solo negli ultimi anni che il fenomeno è diventato molto diffuso, soprattutto grazie alla possibilità di effettuare acquisti su internet su siti specializzati, accessibili ovunque semplicemente con una applicazione su smartphone o tablet.

Molti pazienti ci hanno chiesto alcuni consigli comportamentali, da affiancare alle terapie, per diminuire il rischio di acquisti compulsivi, vediamo quindi oggi come fare per spezzare il circolo vizioso dello shopping compulsivo in 14 passi. La maggioranza dei seguenti consigli sono stati ricavati da anni di ascolto e cura di pazienti acquirenti compulsivi, sia femmine che maschi, da parte del nostro Staff e sono validi in particolare per lo shopping online ma anche per quello nei negozi fisici.

1) Scrivi i motivi

Prendi un foglio e scrivi i motivi per cui vuoi smettere di fare acquisti in modo compulsivo. Ecco qui qualche esempio in cui forse ti ritroverai:

  • Perché vuoi ricominciare ad avere relazioni sane ed amorevoli con i tuoi amici, con i tuoi figli, con tuo marito o moglie (o il tuo compagno o la tua compagna) e con la tua famiglia.
  • Perché vuoi essere in grado di vivere il presente piuttosto che stare di fronte allo schermo del tuo computer o smartphone a fare acquisti in modo compulsivo.
  • Perché non vuoi essere una schiava di una tua dipendenza.
  • Perché stai perdendo il sonno, dimenticando di mangiare e ti senti sempre stanca a causa del tuo problema.
  • Perché senti di aver perso il rispetto per te stessa, la tua dignità e “il controllo sulla tua vita”.
  • Perché le risorse (energia, soldi e tempo) che usi per fare acquisti in modo compulsivo, li vuoi invece usare in modi più sani e realmente appaganti.
  • Perché il tempo che perdi facendo acquisti in modo compulsivo, lo vuoi invece usare per dedicarti ai tuoi hobby.
  • Perché sei stanco di vedere che la tua vita è ormai diventata “il poco tempo che passa tra una acquisto e l’altro”.
  • Perché fare acquisti in modo compulsivo alla lunga può danneggiare la tua salute fisica e mentale.

2) Rendi difficile l’accesso ai siti di vendita online

Molte persone passano la maggior parte delle loro giornate davanti ad un computer per motivi di studio o di lavoro, quindi la tentazione di dare una rapida occhiata “a quell’ultima offerta” è alta. Esistono però modi per rendere più complicato l’accesso ai porno.

  • Se il tuo lavoro lo concede, evita di navigare in internet il più possibile.
  • Esistono dei software (applicazioni per smartphone e programmi per pc) che impediscono l’accesso a siti di vendita online.
  • Se puoi, disattiva la connessione a internet quando non ti serve. Crea un rituale elaborato che ti renda più difficile riattivarlo. Scegli una password lunga e complessa.
  • Pianifica l’uso del tuo pc: lo potrai accendere solo in alcuni orari e lo dovrai tenere spento il resto del tempo.
  • Occupa l’intero spazio del tuo schermo con il tuo lavoro, evitando di lasciare lo spazio per una finestra connessa con un sito di vendite online.
  • Evita di avere internet illimitato sul tuo smartphone.

3) Non smettere del tutto

Per alcuni è davvero impossibile smettere del tutto di fare acquisti in modo compulsivo dall’oggi al domani, in questo caso potrebbe essere utile un periodo di diminuzione graduale:

  • Impegnati per limitare ogni giorno di più la quantità di tempo che passi a guardare vetrine vere e virtuali: datti dei limiti temporali.
  • Limita il numero di volte al giorno in cui guardi negozi e siti di vendita online. Se li guardi cinque volte al giorno, cerca di passare a quattro, poi a tre e così via.
  • Determina piccole mete personali graduali: ad esempio comincia cercando di non guardare negozi o siti per un giorno, poi per tre giorni consecutivi, poi per cinque giorni di seguito e così via.
  • Quando devi fare un acquisto realmente necessario, fallo subito ed una volta fatto evita di farti coinvolgere dagli oggetti correlati.

4) Ricompensati per il tuo buon comportamento

Pianifica dei premi per ogni successo raggiunto, ad esempio se riesci a stare un giorno senza fare acquisti in modo compulsivo, mangia il tuo dolce preferito. Evita solo di “mettere in palio” un’acquisto: ciò tenderebbe a mitizzare ancor di più un comportamento che invece devi imparare a dimenticare.

5) Organizza i tuoi spazi

Metti delle foto della tua famiglia sulla scrivania dove tieni il computer. Delle foto sorridenti delle persone che ami, magari di tuo fratello da piccolo, potrebbero aiutarti a non tenere atteggiamenti che non approverebbero. Per lo stesso motivo usa foto della tua famiglia, ad esempio tuo marito o tua moglie, il tuo compagno o compagna, i tuoi figli, i tuoi genitori, i tuoi amici più cari, come sfondo del tuo desktop, tablet e smartphone.

6) Mantieniti impegnato

La tua dipendenza dagli acquisti compulsivi può essere nata perché ti sentivi solo, annoiato, ansioso e non riuscivi a pensare a niente di meglio da fare. Adesso è il momento di prendere la vita nelle tue mani creando una routine significativa che ridurrà al minimo il tempo a tua disposizione per guardare vetrine e siti di vendite. Ecco come:

  • Allenati. Inizia ad amare la corsa, l’escursionismo o gli sport di squadra come la pallavolo. Fare attività fisica ti terrà lontano dai negozi e dai siti.
  • Stancati. Fai esercizio ogni pomeriggio, così di sera sarai realmente esausta ed avrai meno voglia di perdere tempo guardando le ultime offerte online. Ovviamente non esagerare: svolgi esercizio fisico intenso, ma adeguato al tuo fisico. Se non sei esperta del campo, fatti aiutare da un personal trainer titolato.
  • Sviluppa degli hobby che ti tengano lontana da computer, tablet e smartphone. Dipingi all’aperto, segui un corso di fotografia o passa del tempo a leggere nel parco. Fai tutto quello che puoi per allontanarti dai negozi, dal computer e dallo smartphone.
  • Se ti viene una voglia improvvisa di acquisto, distraiti ascoltando immediatamente della musica, leggendo un libro o facendo qualsiasi altra cosa che non sia visitare un sito di vendite.

7) Capisci i motivi alla base

La dipendenza dallo shopping online, spesso è il sintomo di un disturbo d’ansia che non deve essere sottovalutato. Spesso il desiderio di acquisti compulsivi interviene in un momento in cui ci si sente tristi o “depressi” e comprare un oggetto è un modo apparentemente efficace per risolvere il problema, evitando di pensare ai motivi per cui ci si sente così. Chiediti quali sono questi motivi, anche grazie all’aiuto di un medico e di uno psicoterapeuta: risolvere le cause ed i fattori di rischio che a monte hanno generato il comportamento compulsivo, è il primo vero passo per guarire davvero.

8) Sviluppa una relazione importante

Passare del tempo con amici intimi o un partner ti farà sentire più sicuro/a di te e ti terrà lontano/a dallo schermo del computer. Sviluppare una relazione seria potrebbe far perdere allo shopping compulsivo, parte del suo fascino. Impegnati nel tuo rapporto e cerca di farlo funzionare, rinnovandolo, ad esempio organizzando una serata a cena in un ristorante galante o facendo un viaggio da soli tu ed il partner in una meta romantica.

9) Scrivi una lista di acquisti “SI” e “NO”

Ci sono alcuni beni che sono necessari ed altri che non lo sono. Dal momento che, nei momenti di astinenza da acquisti, potresti essere poco lucido per fare una valutazione razionale, scriviti una lista di oggetti che possono essere comprati ed una di oggetti che NON DEVONO essere comprati tra quelli che generalmente sono della tua tipologia preferita. Facendo un banale esempio:

Oggetti utili che possono essere comprati: pasta, pane, uova, latte, carne, pesce, frutta, verdura, detersivo, sapone, balsamo, spazzolino, dentifricio, yogurt.

Oggetti superflui che NON DEVONO essere comprati: scarpe, borse, vestiti, orologi, cellulari, mobili, cappelli, televisori, computer, tablet, film in dvd o blu-ray, profumi costosi, collane, bracciali.

10) Parlane con un amico o col partner

Anche se le tue amiche o amici non saranno in grado di aiutarti a trovare un modo di uscirne, parlarne semplicemente con qualcuno ti farà sentire meno solo/a, anche perché – vista la diffusione del fenomeno – forse anche lui o lei potrebbe avere lo stesso problema. Provare a parlarne apertamente anche con il partner o i tuoi genitori.

11) Cancella tutti dati memorizzati che hai

  • Elimina tutti i siti di vendita online che hai memorizzato tra i preferiti del pc, dello smartphone o del tablet.
  • Elimina qualsiasi dato o informazione “pre-memorizzati” che ti consentano di fare acquisti facilitati e con “un solo clic” (ad esempio i dati della tua carte di credito);
  • elimina tutta la cronologia e i “preferiti” delle app di vendita online;
  • cancellati da offerte speciali che ti permettono di avere trasporti gratuiti e più rapidi delle merci acquistate;
  • cancellati dalle mail list che ti permettono di avere accesso a offerte e volantini.

12) Elimina la carta di credito

Evita di avere una carta di credito o, se non ne puoi fare a meno, nascondila per renderne più difficile l’accesso.

13) Evita posti pericolosi

Evita posti “pericolosi” come centri commerciali e vie della città ricchi di vetrine.

14) Cerca informazioni e parlane col medico e con lo psicoterapeuta

Se hai cercato più volte da sola di smettere di fare acquisti in modo compulsivo e non sei stato in grado di farlo, potresti aver bisogno di chiedere aiuto. Ecco cosa fare:

  • Trova aiuto su internet. Cerca l’argomento e leggi i consigli delle altre persone che soffrono di problemi simili su forum autorevoli. Tuttavia, se passare tempo su internet scatena la tua dipendenza, riduci al minimo il tempo che passi online o fallo con un amico.
  • La sindrome da shopping compulsivo non dovrebbe essere mai sottovalutata, anzi deve essere affrontata con l’aiuto di un professionista. Parlane col medico e lo psicoterapeuta. Potranno consigliarti le giuste terapie, come quella farmacologica, quella medico-narrativa e quella psicoterapica cognitivo-comportamentale.

Per approfondire:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Neurologia, psicopatologia e malattie della mente, Psicologia e pedagogia, Tecno-patologie, social network e smartphone dipendenza, Tv, moda e salute e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.