Tutte le terapie della disfunzione erettile (impotenza)

MEDICINA ONLINE MEDICO PAZIENTE ANAMNESI VISITA ESAME OBIETTIVO IDIOPATICO SINTOMI DOLORE STUDIO OSPEDALE AMBULATORIO CONSIGLIO AIUTO DOTTORE INFERMIERE PRESCRIZIONE FARMACO DIAGNOSICon “disfunzione erettile” (acronimo DE, in inglese erectile dysfunction o impotence), fino al 1993 denominata “impotenza“, in medicina si indica l’incapacità del soggetto adulto di sesso maschile nel mantenere un’erezione sufficiente a condurre e portare a termine un rapporto sessuale soddisfacente per sé e per il partner. Attualmente sono molte le terapie che possono curare la disfunzione erettile.

Terapie per la disfunzione erettile: introduzione

L’inibizione selettiva della fosfodiesterasi 5 (PDE5) mediante Sildenafil nel 1998 ha segnato il cambio di rotta epocale nella terapia farmacologica della DE, consentendo di indurre un evento periferico quale l’erezione con una somministrazione orale. Successivamente, sono stati eseguiti studi di approfondimento sulle PDE5 che hanno consentito la commercializzazione di altre due molecole selettive nei confronti di questi enzimi, con caratteristiche diverse dal Sildenafil: il Tadalafil e il Vardenafil. Tutto ciò ha ridisegnato gli algoritmi terapeutici del trattamento della DE ampliando, di fatto, le possibilità di risoluzione non invasive della patologia. Attualmente è possibile quindi avere un approccio terapeutico progressivo, che consente di personalizzare la terapia del singolo paziente in funzione del tipo e del grado di disfunzione erettile riferita. La terapia medica, come già detto, riconosce un ampio utilizzo di farmaci orali quali il Sildenafil, l’Apomorfina, il Tadalafil e il Vardenafil, ma si può avvalere anche di terapie iniettive, con prostaglandina E1 (PGE1) e dispositivi alternativi locali (Vacuum Device, MUSE). La letteratura mondiale, dopo gli scarsi successi della chirurgia di rivascolarizzazione arteriosa e della chirurgia venosa è oramai concorde nel riconoscere nell’ambito della terapia chirurgica, come unico approccio risolutivo, l’impiantologia protesica. Sulla base delle linee guida internazionali possiamo distinguere tre linee di terapia, la prima meno invasiva, la seconda più invasiva ed usata in genere solo qualora la prima linea non abbia funzionato, la terza ancora più invasiva ed usata solo qualora la prima e la seconda linea non abbia fornito risultati accettabili:

1) terapia di prima linea (non invasiva):

  • farmaci orali;
  • vacuum device;
  • terapia psicosessuale.

2) terapia di seconda linea (mediamente invasiva):

  • farmacoterapia intracavernosa (farmaco iniettato nel pene);
  • alprostadil per via transuretrale (MUSE®).

3) terapia di terza linea (altamente invasiva):

  • terapia chirurgica con impianto di protesi peniene.

Per approfondire i singoli argomenti, continua la lettura con:

Integratori alimentari efficaci nel migliorare quantità di sperma, erezione e libido maschile e femminile

Qui di seguito trovate una lista completa di integratori alimentari acquistabili senza ricetta, potenzialmente in grado di migliorare la prestazione sessuale sia maschile che femminile a qualsiasi età e trarre maggiore soddisfazione dal rapporto. Ogni prodotto viene periodicamente aggiornato ed è caratterizzato dal miglior rapporto qualità prezzo e dalla maggior efficacia possibile, oltre ad essere stato selezionato e testato ripetutamente dal nostro Staff di esperti:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Andrologia, Sessualità e storie d'amore e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.