Nicotina e fumo di sigaretta possono determinare overdose?

MEDICINA ONLINE FUMO FUMARE NICOTINA TOSSICODIPENDENZA SIGARETTA BIONDA DROGA FUMOUn nostro lettore ci chiede:

“Con le sigarette si può andare in overdose se si fuma troppo?”

In teoria si, ma nella pratica ciò è molto raro. Spieghiamoci meglio.

Con il termine “overdose” in medicina si indica la dose di una sostanza (farmaco o droga) che risulta eccessiva in rapporto alle possibilità di tolleranza dell’organismo: tale dosaggio procura nel soggetto che l’ha assunto una intossicazione che si manifesta con una serie di sintomi e segni diversi in base alla sostanza assunta in eccesso e possono essere anche molto gravi e condurre alla morte.

La nicotina può determinare overdose?

Nella maggioranza dei casi no, ma in rarissimi casi, si, può tecnicamente determinare overdose, come succede con eroina e cocaina.

In quali casi?

La nicotina può determinare una intossicazione da overdose in casi rari, ad esempio se il soggetto sta provando a smettere ed usa un sostituto contenente nicotina come gomme e cerotti. Tipicamente capita che il soggetto usi insieme troppi cerotti alla nicotina, oppure che si applichi un cerotto e contemporaneamente mastichi una gomma alla nicotina e fumi. Altra situazione è quando il soggetto in un sol giorno fuma un numero troppo elevato di sigarette.

Quali sono i sintomi da overdose di nicotina?

Una overdose da nicotina può determinare vari segni e sintomi, tra cui:

  • agitazione psicomotoria;
  • eccitazione generale;
  • incapacità a stare fermi;
  • estrema sensibilità rispetto agli stimoli dell’ambiente circostante;
  • nervosismo;
  • ipertensione arteriosa;
  • extrasistoli;
  • tachicardia (aumento della frequenza cardiaca);
  • tachipnea (aumento della frequenza respiratoria);
  • ipertermia;
  • tremori;
  • convulsioni;
  • inclinazione alla violenza, alla prepotenza ed a comportamenti antisociali.

Quali sono i rischi?

Il soggetto in genere avverte sintomi e segni lievi dell’eccesso di nicotina, come tremori, nervosismo, caldo e lieve aumento della pressione sanguigna. Nei casi più gravi si verificano palpitazioni ed ipertensione arteriosa severa. I rischi sono relativamente bassi per un individuo sano, tuttavia, specie se il soggetto è cardiopatico ed obeso, si possono determinare picchi estremi di ipertensione arteriosa ed aritmie gravi che possono essere persino mortali, perché ad esempio possono favorire la rottura di un aneurisma aortico o cerebrale (con emorragia interna o ictus cerebrale emorragico) oppure un infarto acuto del miocardio.

Perché il rischio di overdose da nicotina è così basso?

Il rischio di overdose è molto scarso in quanto il fumatore tende inconsapevolmente ad adeguare il consumo di sigarette ai propri livelli plasmatici di nicotina: in pratica fuma solo quando la nicotina della precedente sigaretta si esaurisce e ciò porta il fumatore media a fumare circa 20 sigarette al giorno, che non sono sufficienti per raggiungere l’overdose. Generalmente una overdose si raggiunge quando si fumano oltre tre pacchetti da 20 sigarette con una concentrazione di nicotina medio-alta.

Per approfondire:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Smettere di fumare e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.