Differenza tra paziente asintomatico e portatore sano

MEDICINA ONLINE MEDICO PAZIENTE CONSULTO DIAGNOSI MEDICO DI BASE FAMIGLIA ANAMNESI OPZIONI TERAPIE STUDIO OSPEDALE AMBULATORIO CONSIGLIO PARERE IDEA RICHIESTA ESAME LABORATORIO ISTOLOGICO TUMORE CANCROPaziente asintomatico

Un paziente si dice “asintomatico” quando, nonostante sia affetto da una patologia, esso non presenta alcun sintomo. Ad esempio quando un soggetto viene esposto ad un agente infettivo, come un virus, esiste un periodo chiamatoincubazione” in cui la malattia infettiva è già presente ma non fornisce alcun sintomo: l’incubazione è quindi “asintomatica” e termina quando il paziente avverte i primi sintomi, momento in cui da “asintomatica” la patologia diventa “sintomatica“. Quasi tutte le patologie esistenti sono potenzialmente asintomatiche, anche quelle più gravi, ad esempio perfino un infarto del miocardio o un tumore al pancreas possono essere asintomatiche.

Individuo portatore sano

Un individuo si dice “portatore sano” in due particolari casi:

  • quando è stato contaminato da un agente patogeno ed ospita il patogeno senza però presentare alcuna patologia: si tratta di solito di soggetti immunologicamente resistenti (di solito grazie ad una immunità acquisita precedentemente), nei quali i microrganismi vivono come saprofiti, ma che possono infettare persone vicine, ad esempio se queste ultime sono meno resistenti;
  • quando è portatore di una malattia genetica recessiva di cui non manifesta i sintomi dal momento che le malattie genetiche dovute ad alleli recessivi (al contrario di quelle da alleli dominanti) non si manifestano quando il genotipo è eterozigote per il gene interessato, ma rendono il soggetto un portatore sano: un eventuale figlio di due portatori sani potrà manifestare la malattia nel caso riceva entrambi gli alleli recessivi dai genitori.

Quindi sia il paziente asintomatico che l’individuo portatore sano possono potenzialmente trasmettere ad altri la malattia e non hanno alcun sintomo, tuttavia mentre il paziente asintomatico ha realmente la malattia, senza però avere alcun sintomo della sua presenza, l’individuo portatore sano non ha i sintomi perché NON ha alcuna malattia ed è appunto sano.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.