Differenza tra polipo e tumore

MEDICINA ONLINE ESOFAGO STOMACO DUODENO INTESTINO TENUE DIGIUNO ILEO SCOPIA APPARATO DIGERENTE CIBO DIGESTIONE TUMORE CANCRO POLIPO ULCERA DIVERTICOLO CRASSO FECI SANGUE OCCULTO MILZA VARICI CIRROSI EPATICA FEGATO VOMITOTumore

Per prima cosa è importante ricordare che un tumore (anche chiamato “neoplasia”) può essere benigno o maligno. Un tumore maligno viene anche chiamato “cancro”:

  • le parole “cancro”, “tumore maligno” e “neoplasia maligna” sono sinonimi;
  • la parola “cancro” invece NON è sinonimo né di “tumore benigno” né di “neoplasia benigna”, dal momento che “cancro” indica sempre tumore maligno.

Per approfondire, leggi anche: Differenza tra tumore benigno, maligno, neoplasia, cancro e metastasi

Polipo

In medicina la parola “polipo” indica una crescita anormale di tessuto che determina la formazione di una escrescenza sporgente. Un polipo può essere unico o presente in gruppi, di dimensioni ridotte o molto grande. Può formarsi nello spessore di vari tessuti e visceri diversi, come:

  • esofago;
  • stomaco;
  • intestino;
  • colon;
  • vescica urinaria;
  • cervice;
  • utero;
  • corde vocali;
  • naso;
  • seni paranasali.

Non tutti i polipi sono tumori, esistono infatti:

  • polipi non-neoplastici (ad esempio polipi iperplastici o displastici);
  • polipi neoplastici.

Solo i polipi neoplastici sono dei tumori. I polipi neoplastici possono essere:

  • polipi benigni: sono dei tumori benigni;
  • polipi maligni: sono dei tumori maligni (cancro).

Alcuni polipi benigni tendono a rimanere benigni per sempre, mentre altri polipi benigni tendono alla lenta progressione verso la malignità (come quelli del colon), altri ancora tendono ad una rapida e probabile progressione verso la malignità (come quelli della vescica). In alcuni casi possono coesistere polipi benigni e maligni. Alcune volte anche i polipi benigni possono determinare sintomi anche gravi, specie se di grosse dimensioni e/o presenti in elevate quantità, come ostruzione al transito dell’urina o del materiale alimentare/fecale o alterazioni funzionali dell’organo in cui sono insorti.

Da quanto detto il lettore dovrebbe aver compreso che non tutti i polipi sono considerati tumori e non tutti i polipi neoplastici sono considerati maligni (cancro).

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.