Coma uremico e uremia: sintomi e morte del paziente

MEDICINA ONLINE COMA STATO COMATOSO MINIMA COSCIENZA VEGETATIVO PERSISTENTE PERMANENTE SOPOROSO SONNO CERVELLO ICTUS CEREBRALE RIABILITAZIONE DIFFERENZE CURA FAMIGLIA RIPRESA RISVEGLIO SPERANZA LETTO MORTE MORIRECon “coma uremico” si intende un tipo di coma tossico endogeno che rappresenta una complicanza dell’uremia, la fase terminale dell’insufficienza renale cronica.

Sintomi

Il coma uremico è caratterizzato da:

Sintomi e segni associati

Altri sintomi e segni tipicamente associati all’uremia, sono:

  • cachessia (deperimento dell’organismo con perdita di peso, atrofia muscolare, stanchezza e debolezza grave);
  • pallore (dovuto all’anemia ed all’accumulo di tossine);
  • brina uremica;
  • pericardite uremica;
  • neuropatia uremica;
  • encefalopatia uremica;
  • iperpotassiemia (astenia marcata e danni cardiaci);
  • ipocalcemia ed iperfosforemia e conseguente danni ossei e fratture patologiche;
  • ritenzione idrica con conseguente edema periferico;
  • nei casi più gravi edema polmonare;
  • tamponamento cardiaco (pericardite uremica) dovuta allo stato tossico e possibile versamento pericardico anche di tali dimensioni da condurre ad uno shock cardiogeno (insufficienza cardiaca acuta e morte cardiaca improvvisa).

Uremia e decesso del paziente

L’uremia è una condizione estremamente grave, che NON SEMPRE MA IN ALCUNI CASI può portare alla morte del paziente per alterazioni ematochimiche, volemiche e funzionali di vari organi, come cuore, polmone e reni.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Neurologia, psicopatologia e malattie della mente, Rene ed apparato urinario e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.