Quercetina: forse può aiutarci a combattere il coronavirus

MEDICINA ONLINE CIPOLLA PROPRIETA BENEFICI.

La cipolla rossa è ricca di quercetina

La quercetina, una molecola antiossidante presente in vari cibi, tra cui radicchio, capperi, uva rossa, cipolla rossa, tè verde, mirtilli, mele e sedano, potrebbe svolgere un’azione importante contro il Covid19, almeno in base ai risultati di uno studio internazionale condotto da Bruno Rizzuti dell’Istituto di nanotecnologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR – Nanotec) di Cosenza e dai ricercatori delle Università di Saragozza e Madrid, pubblicato sulla prestigiosa rivista International journal of biological macromolecules.

Gli autori della ricerca hanno scoperto che la quercetina ha un effetto destabilizzante su 3CLpro, una proteina del coronavirus fondamentale per il suo sviluppo e il cui blocco gli risulta letale, fatto che potrebbe essere un importante passo per ridurre l’aggressività del Covid19.

Il prof. Bruno Rizzuti ha affermato: “Le simulazioni hanno dimostrato che la quercetina si lega esattamente al sito attivo della proteina 3CLpro, impedendole di svolgere correttamente la sua funzione. Questa molecola ha una serie di proprietà originali e interessanti dal punto di vista farmacologico: è presente in abbondanza in vegetali comuni come capperi, cipolla rossa e radicchio ed è nota per le sue proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, antiallergiche. È ottimamente tollerata dall’uomo”.

La quercetina è presente anche in alcuni integratori alimentari, che possono essere acquistati senza ricetta e che sono assolutamente sicuri, a patto di mantenersi entro i dosaggi consigliati sulla confezione. Il miglior integratore di quercetina, selezionato dal nostro Staff sanitario, è questo: https://amzn.to/2ITF6Cb E’ necessario assumere una capsula al giorno. Ogni capsula contiene ben 800 mg di quercetina, associata a 165 mg di bromelina. La bromelina, come anche la quercetina, è dotata di elevata capacità antiossidante che gli permette di contrastare i radicali liberi, di prevenire l’ossidazione delle lipoproteine, la formazione di tumori e l’invecchiamento dei tessuti.

Per approfondire, leggi:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente, Integratori alimentari, vitamine e sali minerali e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.