Argumentum ad hominem e ad personam: contestare l’interlocutore e non le sue idee

MEDICINA ONLINE COPPIA UOMO DONNA FIDANZATI MATRIMONIO LITIGARE URLARE DISCUTERE AMORE FALLACIA LOGICA DISCORSO TRADIMENTO INNAMORATI NARCISISTA PATOLOGICO TRADIMENTO GELOSIA IRA RABBIAL’argumentum ad hominem (“argomento contro l’uomo”) è una strategia della retorica con la quale ci si allontana dall’argomento della polemica contestando non l’affermazione dell’interlocutore, ma l’interlocutore stesso. Come fallacia logica, l’argomento contro l’uomo è spesso usato in ambito politico per screditare l’avversario e rendere le sue idee automaticamente sbagliate, con lo scopo di convincere l’opinione pubblica e manipolarla per ottenere consensi e potere. Le argomentazioni ad hominem fanno parte delle tecniche dilatorie o fuorvianti chiamate ignoratio elenchi. Nell’argumentum ad personam, invece di controbattere gli argomenti dell’interlocutore lo si attacca screditandolo, minacciandolo o deridendolo.

Un argomentum ad hominem si costruisce, prevalentemente, nella seguente maniera:

  1. “A” afferma l’idea “X”;
  2. si attacca “A” o una circostanza che lega “A” ed “X”;
  3. l’idea X è falsa.

Ad esempio:

  1. Paolo dice che si deve investire nella ricerca scientifica per aumentare il benessere del popolo;
  2. Paolo è stato indagato per frode;
  3. l’idea di Paolo è sbagliata.

La fallacia logica degli argomenti ad hominem è evidente dal momento che un argomento è vero o falso a prescindere da chi lo sostiene, ma spesso chi osserva una discussione che includa tale fallacia viene manipolato poiché distoglie l’attenzione dall’argomento X spostandola su A. In politica tale fallacia è molto usata: si tende a spostare l’attenzione da una idea dell’interlocutore (magari anche giusta ma in disaccordo coi propri interessi politici) a l’interlocutore stesso ed a sue presunte mancanze o errori.

Per approfondire:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in La medicina per tutti e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.