Segno di Nikolsky: indicazioni, esecuzione, positivo

MEDICINA ONLINE PATOLOGIA CUTANEA DA FARMACI DERMATITE ESFOLIATIVA SINDROME DI LYELL SEGNO DI NIKOLSKI

Tipico scollamento dell’epidermide in paziente con sindrome di Lyell

Il segno di Nikolsky (o “segno di Nikolski diretto”, in inglese “Nikolsky’s sign”) è un segno diagnostico utilizzato in semeiotica medica, in particolare in dermatologia e allergologia, per individuare la presenza di una malattia: il segno di Nikolsky quindi, assieme ad anamnesi, altri segni clinici rilevati durante l’esame obiettivo ed eventuali altri esami, è utile al medico per raggiungere una diagnosi. Il nome di tale manovra semeiologica lo si deve al medico dermatologo russo Pyotr Nikolsky (1858 – 1940) che per primo lo individuò ai primi del ‘900.

Indicazioni

Il segno di Nikolsky è utile qualora il medico sospetti:

Il segno di Nikolsky è utile nel distinguere tra diagnosi di pemfigo volgare o pemfigoide della mucosa (dove è presente il segno) e pemfigoide bolloso (dove è assente).

Esecuzione

La manovra si esegue semplicemente premendo e/o sfregando la cute a livello della lesione con un oggetto smussato. Ad esempio si posiziona la gomma di una matita sopra una lesione e si ruota la matita con un movimento rotatorio tra il pollice e l’indice, oppure si usa un tampone di cotone o un dito.

Segno di Nikolsky positivo

Se lo sfregamento della lesione provoca facilmente una desquamazione dello strato più superficiale della pelle (spostamento dell’epidermide superficiale intatta), allora il segno di Nikolsky è positivo ed indica la presenza di patologia. Il segno Nikolsky positivo indica un piano di scissione nella pelle alla giunzione dermo-epidermica.

Segno di Asboe-Hansen

Nella diagnosi di pemfigo, al segno di Nikolsky si associa il segno Asboe-Hansen, anche chiamato “segno indiretto di Nikolsky” o “Nikolsky indiretto”:

  • segno di Nikolsky (Nikolsky diretto): separazione degli strati superiori della pelle da quelli profondi per scollamento, dopo lieve pressione con un tampone di cotone o un dito;
  • segno di Asboe-Hansen (Nikolsky indiretto): si riconosce in caso estensione di una lesione bollosa tramite pressione sul bordo laterale (si preme sul bordo laterale della lesione bollosa e se essa si allarga, allora il segno è positivo).

Per approfondire:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, Dermatologia e venereologia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.