Sinechia oculare anteriore e posteriore: cause, evoluzione, diagnosi, terapie

MEDICINA ONLINE OCCHIO ANATOMIA FOVEA RETINA NERVO OTTICO SCLERA COROIDE PUPILLA UMOR ACQUEO VITREO CRISTALLINO CORNEA CILIARE CATARATTA ATROFIA GLAUCOMA DISTACCO TRAUMA CECITA PUNTO CIECO PAPILLA IRIDE ESAME.Con il termine “sinechia” (in inglese “ocular synechia”) in medicina si intende l’aderenza, tra formazioni membranose (ad esempio sinechie pleuriche, pericardiche o peritoneali) o tra due organi. Il trattamento di una sinechia è generalmente chirurgico, tramite sinechiotomia con elettrobistori o sinechiotomo.

Con “sinechia oculare” (o “aderenza oculare”; in inglese “ocular synechia”) si intende l’aderenza tra l’iride e la cornea o tra l’iride e il cristallino. La sinechia può essere di due tipologie:

  • sinechia anteriore o sinechia irido-corneale: la saldatura avviene tra iride e cornea;
  • sinechia anteriore o sinechia irido-lenticolare: la saldatura avviene tra iride e faccia anteriore del cristallino.

Cause

Le sinechie possono essere congenite (cioè già presenti alla nascita) o secondarie, cioè non presenti alla nascita e causate da varie patologie e condizioni, in particolare da traumi oculari, irite o uveite. Nella maggioranza dei casi qualsiasi processo infiammatorio che coinvolge l’iride e le zone limitrofe e che non viene trattato, può potenzialmente determinare la formazione dell’aderenza.

Sintomi e segni

Le sinechie anteriori provocano la formazione di opacità corneali nella zona di contatto tra le due superfici e occlusione dell’angolo camerulare, con conseguente aumento della pressione oculare. Le sinechie anteriori possono portare alla deformazione della pupilla, che può presentarsi stirato in varie direzioni e generare disturbi visivi e abbagliamento.
Le sinechie posteriori provocano spesso i sintomi della cataratta o del glaucoma da occlusione della pupilla.

Evoluzione

Una sinechia anteriore non trattata può provocare glaucoma ad angolo chiuso: l’iride chiude infatti la via di drenaggio dell’umor acqueo e ciò porta ad ipertensione intraoculare ed al glaucoma secondario. Una sinechia posteriore non trattata causa anch’essa glaucoma, ma con un meccanismo diverso: nella sinechia posteriore, l’iride aderisce alla lente, bloccando il flusso dell’umor acqueo dalla camera posteriore alla camera anteriore. Il blocco del drenaggio aumenta la pressione intraoculare e causa il glaucoma.

Diagnosi

La diagnosi avviene tramite anamnesi, esame obiettivo, oftalmoscopio o l’uso di un esame alla lampada a fessura (o biomicroscopia), durante una visita oftalmologica.

Terapie

Agenti midriatici o cicloplegici, come l’omatropina topica, che è simile nell’azione all’atropina, sono utili per intervenire sull’aderenza e prevenire la formazione della sinechia posteriore mantenendo l’iride dilatata e lontana dalla lente cristallina. La dilatazione della pupilla in un occhio con sinechia può indurre la pupilla ad assumere una forma irregolare e non circolare (discoria). Se la pupilla può essere completamente dilatata durante il trattamento dell’irite, la prognosi per il recupero dalla sinechia è buona. Per l’infiammazione, si possono usare corticosteroidi topici. In alcuni casi è indicato il trattamento chirugico.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Medicina degli organi di senso, otorinolaringoiatria, odontoiatria e chirurgia maxillo-facciale e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.