Meccanismi di erezione del pene: i mediatori centrali, serotonina, dopamina, GABA, ossitocina, testosterone

MEDICINA ONLINE PRINCIPALI MEDIATORI CENTRALI E RECETTORI COINVOLTI NELLA RAGOLAZIONE DI EREZIONE DEL PENE E COMPORTAMENTO SESSUALE UOMO SESSO SEROTONINA DOPAMINA GABA OSSITOCINA.jpgL’erezione peniena è un fenomeno legato all’azione integrata essenzialmente di tre meccanismi di controllo:

  • controllo centrale dell’erezione e relativi mediatori centrali;
  • controllo spinale dell’erezione;
  • controllo periferico dell’erezione.

In questo articolo ci occuperemo in particolare dei mediatori centrali dell’erezione.

Mediatori centrali

I principali neurotrasmettitori coinvolti nella regolazione della attività sessuale sono riassunti nella tabella pubblicata in alto nell’articolo. Tratteremo brevemente solo alcuni dei principali neurotrasmettitori, quelli per i quali vi sono conferme di una loro azione anche nell’uomo.

Serotonina (5-HT)

Siverse evidenze sperimentali derivanti da studi condotti sull’animale da esperimento e sull’uomo (utilizzo di inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) dimostrano che la 5-HT possiede un effetto inibitorio sul comportamento sessuale maschile e aumenta i tempi eiaculatori. Neuroni positivi per 5-HT possono essere riscontrati in tutto il sistema nervoso centrale, ma le più importanti strutture che proiettano ai centri sacrali attraverso vie serotoninergiche sono il nPGi e i nuclei del rafe mediano.

MEDICINA ONLINE AREE CEREBRALI COINVOLTE NEL CONTROLLO DI EREZIONE E SESSUALITA IN UOMO MASCHIO AREA PREOTTICA MEDIALE IPOTALAMO NUCLEO PARAVENTRICOLARE DOPAMINA

Dopamina (DA)

Nel ratto (e in numerose altre specie animali) è dimostrato che la dopamina ha un chiaro ruolo nel facilitare la risposta sessuale agendo a tre livelli:

  • nigro-striatale (tipico comportamento motorio);
  • meso-limbico (desiderio sessuale)
  • area preottica mediale (coordinamento dei primi due, elaborazione degli stimoli sensoriali, coordinamento del processo erettivo e dell’eiaculazione).

L’introduzione in clinica di un agonista per i recettori dopaminergici D1 e D2 con effetti positivi sulla sessualità (l’apomorfina) conferma l’importanza di tale mediatore anche nell’uomo. Le principali aree dopaminergiche coinvolte anche nell’uomo nella mediazione della risposta sessuale sembrano essere la MPOA e il nucleo paraventricolare
(PVN).

Noradrenalina (NA)

Neuroni noradrenergici proiettano dal locus ceruleus ai nuclei spinali coinvolti nell’erezione. Diverse evidenze sperimentali suggeriscono che un aumento del tono noradrenergico centrale favorisce i fenomeni erettili. L’utilizzo di α2 agonisti come la clonidina, che agendo a livello presinaptico inibisce il rilascio di noradrenalina, ha un’azione profondamente negativa sul ratto e sull’uomo. Viceversa la yoimbina, composto ad attività α2 antagonista presenta fenomeni facilitatori sulla sessualità.

α-MSH e ACTH

Sembrano possedere un’azione proerettile e proeiaculatoria mediata dalla stimolazione del recettore di tipo 3 della melanocortina MC3 (esistono 5 tipi ad oggi conosciuti di recettori per MSH: MC 1- 5) altamente espresso nell’ipotalamo e nel sistema limbico, aumentando la trasmissione di NO a livello dei corpi cavernosi.

Testosterone

Gli steroidi sessuali e in particolare gli androgeni hanno un ruolo fondamentale nell’organizzazione dei circuiti neuronali che presiedono all’attività sessuale del maschio. Ancora più in particolare, il testosterone ha un ruolo molto importante per l’erezione riflessa, con effetti diretti sui motoneuroni lombari e sacrali. Inoltre, recettori per gli steroidi sessuali (androgeni + estrogeni) sono largamente presenti nel sistema limbico e nell’ipotalamo e funzionano da sensori dello stato riproduttivo amplificando o deprimendo l’attività di tutti i circuiti neuronali sopra descritti.

Per approfondire:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, Andrologia, Neurologia, psicopatologia e malattie della mente, Sessualità e storie d'amore e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.