Otomicroscopia: cos’è, a cosa serve, è dolorosa, quanto costa?

MEDICINA ONLINE OTOMICROSCOPIA ORECCHIO UDITO TIMPANO CONDOTTO UDITIVO ESTERNO CORPO ESTRANEO SORDITA IPOACUSIA OSSICINI OTOSCOPIA OTOSCOPIO OTORINOLARINGOIATRA.jpgCon “otomicroscopia” in medicina si indica un esame diagnostico-terapeutico del condotto uditivo e del timpano dell’orecchio effettuato con un microscopio ottico durante l’esame obiettivo di una visita otorinolaringoiatrica con lo scopo di valutare le strutture dell’orecchio esterno e medio e sue eventuali patologie. Attraverso un accurato esame otomicroscopico con visualizzazione ad alto ingrandimento è possibile formulare una diagnosi e spesso anche agire per curare la patologia. I moderni microscopi binoculari permettono un approccio confortevole ed una visione dettagliata della membrana del timpano, nelle migliori condizioni di luminosità e ingrandimento. La presenza di fotocamere e videocamere collegati all’otomicroscopio ha offerto una ulteriore opportunità di disporre di immagini confrontabili e ad alta risoluzione, nonché l’utilizzo a scopo didattico.

Otomicroscopia o otoscopia

L’otomicroscopia, rispetto all’otoscopia, permette di esaminare i dettagli anatomici dell’orecchio con maggiore precisione: l’otoscopio ha generalmente un ingrandimento di 3x, l’otomicroscopio di 6x. L’otomicroscopio binoculare non ha inoltre la necessità di inserimento di una sonda nel condotto uditivo e permette al medico di lavorare a mani libere, senza andare a tappare l’orecchio, fatti molto vantaggiosi in alcune operazioni, come la rimozione di corpi estranei nell’orecchio.

Otomicroscopio binoculare o elettronico

Esistono due tipi di otomicroscopio, quello classico binoculare (foto in alto) e quello elettronico con microcamera: quest’ultimo prevede l’inserimento di una microscopica videocamera nell’orecchio, collegata alla macchina con un sottile filo. Grazie a questo macchinario è possibile registrare video del timpano, scattare fotografie e visualizzare il tutto su schermo, cosa estremamente utile per comparare situazioni cliniche che variano nel tempo o l’efficacia di una terapia in tempi diversi.

Quando si usa?

L’otomicroscopia è utile quando si voglia studiare il condotto uditivo esterno ed il timpano, in tutte le situazioni in cui tali strutture possono essere interessate da patologie, come:

Questo esame diventa fondamentale quando occorre intervenire nell’orecchio per la rimozione di piccoli oggetti incastrati o di eventuali secrezioni come pus, essudato o materiale micotico. E’ estremamente utile quando è necessario effettuare una rimozione del cerume delicata, in tutti quei casi in cui non è possibile effettuare il classico lavaggio auricolare.

Norme di preparazione

Non è prevista alcuna norma di preparazione.

Come si svolge l’esame?

Semplicemente il paziente è seduto ed il medico osserva il suo orecchio tramite l’apparecchiatura. In caso di otomicroscopio elettronico, inserisce nell’orecchio una sottile sonda dotata di videocamera.

Durata dell’esame

L’esame dura generalmente 10-15 minuti.

E’ dolorosa, fastidiosa o rischiosa?

L’otomicroscopia è una indagine non invasiva, non fastidiosa, non dolorosa e di semplice esecuzione: non mette a rischio la salute del paziente e può essere ripetuta nel tempo varie volte, perfino in donne incinte o bambini.

Otomicroscopia operativa

Come già precedentemente accennato, l’otomicroscopia non è solo un esame diagnostico, ma anche terapeutico: la possibilità di ingrandire strutture molto piccole permette infatti alla specialista otorinolaringoiatra di effettuare alcuni interventi terapeutici, tra cui:

  • rimozione del tappo di cerume;
  • pulizia del condotto;
  • biopsia;
  • aspirazione di essudato, pus o altri fluidi;
  • rimozione di corpi estranei nell’orecchio;
  • interventi chirurgici sull’orecchio esterno, medio e interno.

Altri esami associati

Ulteriori esami o procedure che possono essere associati ad una otomicroscopia, sono:

Altri esami potrebbero essere necessari per la diagnosi differenziale di alcune patologie che interessano l’udito e l’equilibrio.

Costo

Il prezzo di una visita otorinolaringoiatrica privata con otomicroscopia varia in base al centro dove viene effettuata, ma generalmente oscilla tra i 100 ed i 200 euro.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Medicina degli organi di senso e otorinolaringoiatria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.