Rinoscopia anteriore e posteriore: costo, è dolorosa e fa male?

La rinoscopia è una indagine diagnostica che permette di esplorare l’interno delle fosse nasali ed indagare su sintomi, segni e patologie correlate a tali zone come ad esempio infezioni, tumori, corpi estranei, rinorrea, difficoltà respiratorie, dolore nasale. La rinoscopia viene spesso effettuata da un otorinolaringoiatra durante una visita otorinolaringoiatrica ma è anche usata da altri specialisti come pneumologi, dermatologi, internisti e medici di medicina generale. La rinoscopia potrebbe essere associata ad altre indagini, come l’otoscopia o esami di laboratorio o radiologici. La rinoscopia viene generalmente effettuata dai veterinari su molti animali, tra cui cani e gatti.

Differenza tra rinoscopia anteriore e posteriore

Si distinguono due tipi di rinoscopia:

  • rinoscopia anteriore: si compie dal lato delle narici e serve per esaminare la cavità nasale dall’avanti, per rendersi conto delle particolarità morfologiche delle fosse nasali e delle eventuali alterazioni che possono esistere a carico di esse.
  • rinoscopia posteriore: si compie posteriormente e serve soprattutto per indagare sullo stato delle coane, della coda dei turbinati e sulle condizioni del cavo rino-faringeo.

I due esami sono generalmente effettuati in successione durante la stessa visita, ma possono essere eseguiti anche separatamente.

Rinoscopia anteriore

MEDICINA ONLINE RINOSCOPIA ANTERIORE.jpg

La rinoscopia anteriore viene eseguita introducendo nelle narici uno speciale speculum bivalve, col quale si divaricano le pinne nasali (vedi immagine in alto). Tramite uno specchio concavo (frontale o a mano) si proietta la luce (indiretta) di una lampada all’interno delle fosse nasali, in modo da poter osservare con precisione la zona da esaminare. La luce può essere ottenuta anche in modo diretto, tramite fotoforo frontale.

Rinoscopia posteriore

MEDICINA ONLINE RINOSCOPIA POSTERIORE.jpg

 

La rinoscopia posteriore si effettua introducendo un piccolo specchietto piano e tondo nel cavo orale, tenendo la superficie riflettente rivolta verso l’alto (vedi immagine in alto). Lo specchietto giunge posteriormente all’ugola e mostra al medico l’immagine del rinofaringe.

Sono dolorose o fastidiose?

Generalmente la rinoscopia è considerata un esame non doloroso ma abbastanza fastidioso, specie quella posteriore (con lo specchietto inserito in bocca, dietro l’ugola) e soprattutto quando il paziente è un bambino, il quale può accostarsi all’esame con molta ansia.

Costo

Il prezzo di una rinoscopia è estremamente variabile in base al centro in cui viene effettuata, ma generalmente oscilla tra 80 e 150 euro.

Fibroendoscopia nasale

Una rinoscopia più approfondita può essere eseguita con tecnica a fibre ottiche (fibroendoscopia nasale) con una sonda endoscopica dotata di telecamera ed inserita nel naso, che restituisce le immagini all’esterno tramite un monitor. Per approfondire, leggi anche: Fibroendoscopia nasale e laringea: è dolorosa, costo

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Medicina degli organi di senso e otorinolaringoiatria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.