Insonnia da inadeguata igiene del sonno in neonato, bambino e adolescente

Dott. Loiacono Emilio Alessio Medico Chirurgo Medicina Chirurgia Estetica Plastica Cavitazione Pressoterapia  Massaggio Linfodrenante Dietologo Roma Cellulite Sessuologia Ecografie SMARTPHONE CUORE GIOVANI

L’uso di smartphone prima di addormentarsi causa insonnia nei bambini

Il sonno e la sua qualità sono decisamente correlati al nostro stile di vita, ai nostri comportamenti ed ai numerosi fattori ambientali che possono influenzare, soprattutto se intervengono nelle ore che precedono l’ora di coricarsi, la facilità di addormentamento ed il normale riposo notturno: in una sola parola la qualità del sonno. L’insieme di tutti questi fattori prende il nome di “igiene del sonno“.

Igiene del sonno

Con l’espressione “igiene del sonno” si intende in medicina l’attuazione di una di comportamenti ed accorgimenti ambientali che favoriscono un buon sonno notturno, come ad esempio avere un ambiente ideale per dormire (materassi, cuscini e coperte adeguati e puliti, mancanza di luci, assenza di rumori molesti…) ed un comportamento che lo favorisca (evitare l’uso di smartphone, tablet e pc prima di coricarsi, coricarsi sempre alla stessa ora, evitare le abbuffate prima di dormire…). Una mancata o deficitaria igiene del sonno non solo è in grado di peggiorare qualsiasi tipo di insonnia primaria o secondaria, come quella psicofisiologica o quella correlata a malattie psichiatriche, o quella da allergia ambientale, ma è da sola capace di causare una forma di insonnia secondaria appunto alla mancanza o dal deficit di igiene del sonno, chiamata “insonnia da inadeguata igiene del sonno“. In questo articolo ci occuperemo della insonnia da inadeguata igiene del sonno nel neonato, nel bambino e nell’adolescente, mentre la forma che riguarda gli adulti viene trattata in QUESTO ARTICOLO.

Insonnia da inadeguata igiene del sonno nel neonato, nel bambino e nell’adolescente

Questa forma di insonnia, nella letteratura americana, viene classificata come un’insonnia infantile e nosograficamente identificata come un disturbo estrinseco del sonno.

Cause nella prima infanzia

Se il disturbo interessa i neonati o i bimbi, la causa del problema è generalmente un insieme di comportamenti inadeguati dei genitori (o di chi ha comunque la responsabilità di accudire il bambino) che non si curano di organizzare in uno schema minimamente ordinato e regolare la giornata del bimbo e i suoi orari, oltre che dell’ambiente in cui dorme.

Cause nel preadolescente e nell’adolescente

Se il disturbo interessa i bambini più grandi e gli adolescenti, poiché in queste età il giovane una una progressivamente maggiore autonomia decisionale, le cause sono spesso da ricercare nelle scelte e nelle abitudini personali. Un adolescente che ad esempio si abbuffa prima di andare a dormire, va a letto ad orari sempre diversi, rimane in discoteca fino al mattino, sente musica con le cuffie a volume troppo alto o gioca per ore col proprio smartphone prima di dormire, è responsabile dell’insorgenza dell’insonnia. Negli ultimi anni si è diffuso l’uso di smartphone e tablet anche in bambini molto piccoli e questo, se fatto prima di coricarsi, interferisce molto nella qualità del sonno.

Fisiopatogenesi

La situazione abnorme si instaura dal momento che non vengono identificati e organizzati momenti da parte dei genitori del paziente e/o dal paziente stesso (se più grande) specifici per dormire e svegliarsi e di solito nemmeno orari precisi per gli altri momenti di base della giornata, come mangiare, giocare, stare davanti ad un pc, guardare la televisione ed ascoltare musica. Il bambino, più o meno grande, da un lato viene lasciato libero nella scelta del momento di addormentarsi, dall’altro subisce la noncuranza degli adulti circa l’eliminazione di elementi che disturbano l’addormentamento (non viene isolato nella sua stanza da letto, non si spegne la radio o il televisore ecc.); ai giovani adolescenti o in età post-adolescenziale si lascia molta o completa libertà nell’uscire di sera, nel dormire poi fino a tarda ora nel mattino e spesso il costume imposto è molto diverso tra giorni infrasettimanali e giorni di fine settimana. In ogni caso, la persistenza di un’anarchia comportamentale in questo senso può sfociare in una vera e propria alterazione del ritmo circadiano di controllo dell’ organizzazione ipnica.

Età di esordio

Questo tipo di insonnia può iniziare in età anche precoce e proseguire fino ad una età post-adolescenziale.

Sintomi e segni

Il disturbo riguarda tutta la giornata, nel senso che può consistere in una difficoltà ad addormentarsi, in risvegli notturni ripetuti di varia durata, ma anche in una disorganizzazione riguardante i momenti di riposo diurno (importante se il bambino è
piccolo) che possono essere o troppo numerosi oppure eliminati del tutto. Durante il giorno il bimbo più piccolo tende ad essere irritabile, sonnolento ed aggressivo, mentre i bambini preadolescenti ed adolescenti potrebbero avere, oltre a sonnolenza ed aggressività, anche un calo nel rendimento scolastico e sportivo.

Evoluzione

Se il problema costituito da questo tipo di insonnia è presente in precedenza, tenderà a sparire nel periodo scolastico, dal momento che la frequenza alle lezioni impone un minimo di organizzazione dei tempi della giornata e quindi anche delle ore dell’ andare a letto e dello svegliarsi; ma tenderà pure a ripresentarsi nell’età della protesta adolescenziale e post-adolescenziale (a motivo della graduale più ampia autonomia), con la progressiva tendenza a privilegiare il tempo passato nel gruppo, al di fuori della famiglia.

Terapia

Viste le cause del disturbo, l’intervento terapeutico potrà di conseguenza essere solo di tipo educativo e richiede, in caso di bimbo piccolo, la motivazione e la collaborazione dei genitori nel migliorare l’igiene del sonno. In caso di preadolescente ed adolescente saranno richiesti non solo la collaborazione dei genitori, ma anche e soprattutto quella del soggetto stesso, che dovrà imparare ad aumentare la propria igiene del sonno evitando comportamenti ed ambienti che impediscono il normale riposo notturno.

Igiene del sonno

L’igiene del sonno è importante per affrontare qualsiasi disturbo del sonno e questo è ovviamente ancora più importante nel caso in cui l’insonnia sia causata da inadeguata igiene del sonno. A tal proposito è importante seguire questi consigli:

  • condizionare la mente per prepararsi al letto in momenti coerenti;
  • avere un ambiente ideale per dormire;
  • avere materassi, cuscini e coperte adeguati e puliti;
  • evitare luci, suoni o rumori che possono interrompere il sonno;
  • limitare l’uso di sostanze eccitanti (come caffè, tè e nicotina) prima di coricarsi;
  • limitare lo stress psico-fisico prima di coricarsi;
  • evitare ambienti luminosi e/o rumorosi;
  • evitare l’uso di smartphone, tablet e pc prima di coricarsi;
  • evitare di ascoltare musica a volumi alti, specie in cuffie, prima di addormentarsi;
  • coricarsi sempre alla stessa ora;
  • evitare le abbuffate prima di dormire;
  • usare tecniche di rilassamento come lo yoga.

Altri tipi di insonnia:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Medicina del sonno, Pediatria e malattie dell'infanzia e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.