Fototerapia nel trattamento non farmacologico dell’insonnia

MEDICINA ONLINE SVEGLIARSI PRESTO ORARIO ORE AL MATTINA MATTINA NOTTE DORMIRE POCO ALBA LUCE SOLE COLAZIONE CAFFE THE TE CORNETTO CAPPUCCINO LATTE CAFFELATTE FINESTRA ARIA RAGGI LUMINOSI SOLARI FORZA ENERGIA SVEGLIA OROLOGILa tecnica della fototerapia, attraverso cicli di esposizioni a luce bianca della stessa intensità della luce del sole (<7500 lux), permette di resettare l’orologio biologico nella direzione desiderata. In tale modo è possibile trattare con beneficio disturbi cronici del sonno dovuti ad un’alterazione dei ritmi circadiani, come avviene ad esempio nei turnisti e nei piloti d’aerei di lungo raggio.

Negli ultimi anni, basandosi sull’osservazione che l’orologio biologico tende a cambiare con l’età e che quindi tale cambiamento possa essere alla base di specifici disturbi del
sonno, la fototerapia è stata usata anche nei disturbi del sonno nell’anziano.

La fototerapia invece non sembra essere un buon trattamento nella narcolessia, mentre dà buoni risultati nel migliorare la sintomatologia depressiva nella depressione invernale.

In conclusione, appare possibile riassumere come segue le diverse indicazioni al trattamento non farmacologico dell’insonnia:

  • igiene del sonno come trattamento isolato ogni qualvolta il disturbo del sonno dipenda solo da uno stile di vita in appropriato, o in associazione ad altre terapie in alcune dissonnie (insonnia psicofisiologica, insonnia da cause ambientali, insonnia da abuso di alcol o da sostanze psicostimolanti ecc.);
  • uso della psicoterapia nel trattamento dell’insonnia psicofisiologica o nell’insonnia senza cause obiettivabili;
  • uso della cronoterapia e della fototerapia nei disordini del ritmo circadiano.

Appare tuttavia opportuno fare una precisazione. Per molte delle tecniche di intervento descritte (con l’eccezione della cronoterapia e della fototerapia) non esistono al momento attuale studi controllati che convalidino l’efficacia del trattamento.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Medicina del sonno e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.