Le malattie neurologiche più frequenti nell’anziano

MEDICINA ONLINE CAREGIVER MEDICO ANAMNESI VISITA ANZIANO NONNO VECCHIO ALZHEIMER PARKINSON CERVELLO DEMENZA SENILE CATATONIA SENESCENZA DECADIMENTO COGNITIVO INTELLIGENZAAlcune malattie neurologiche, pur potendosi presentare a qualsiasi età, sono certamente più frequenti nell’anziano, rispetto al giovane. Vediamone brevemente alcune.

L’aterosclerosi cerebrale è, ovviamente, assai frequente negli anziani, ma l’età non è strettamente legata alla gravità, dato che la malattia può essere presente in forma grave in soggetti di 30-40 anni e praticamente assente in alcuni ottuagenari. In aggiunta alla malattia aterosclerotica, negli anziani le arterie della base diventano talora più grandi, tortuose e opache. La maggior parte delle neoplasie del sistema nervoso si sviluppa più frequentemente nell’età adulta precoce e media; solo nell’età avanzata l’incidenza tende a diminuire. Un gruppo di tumori endocrini tende a sviluppar-si durante periodi di aumentate richieste funzionali; gli adenomi ipofisari, per esempio, si formano più frequentemente durante la tarda età
adulta con l’atrofia delle gonadi e dei surreni.

Leggi anche: Infarto, ischemia, necrosi, aterosclerosi, trombo, embolo, ictus, miocardio… Facciamo chiarezza

L’elevata incidenza di reazioni avverse ai farmaci negli anziani è correlata a diversi fattori, fra i quali l’aumento della durata e della gravità delle malattie, il frequente mancato aggiustamento della dose in base alla riduzione del peso corporeo, la riduzione della detossificazione epatica e della clearance renale e, soprattutto, la slatentizzazione da parte di certi farmaci – in particolare i sedativi – di lievi forme di demenza.

Spesso gli anziani non riescono a far fronte alle malattie a causa della compromissione multisistemica, senza che l’alterazione di un singolo apparato od organo sia di gravità tale da causare manifestazioni cliniche. La somma di tutti questi deficit a carico di singoli organi rappresenta una sorta di “aspetto caratteristico” della senilità. Il lungo elenco di patologie riscontrate all’autopsia di un anziano riflette l’aumento della suscettibilità alle malattie legato all’invecchiamento; tuttavia, gli effetti singoli del processo di invecchiamento sono relativamente poco evidenti, il che rende conto del perché lo studente di medicina così spesso chieda, dopo l’autopsia di una persona anziana: “Ma qual è stata la causa della morte?”. Una possibile risposta potrebbe essere, a volte: “E’ morto di vecchiaia”.

Fra le malattie degenerative correlate all’età del sistema nervoso, la forma non ereditaria di malattia di Alzheirner costituisce quella più comune e importante. Altre patologie correlate all’età sono la demenza senile e la malattia di Parkinson. Nell’anziano, specie se iperteso, sono frequenti anche ictus cerebrali (ischemici o emorragici) e TIA. Anche alcune malattie psichiatriche sono tipiche della senescenza, come la sindrome del crepuscolo. Per approfondire questi argomenti, vi rimandiamo ai seguenti articoli:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Informazioni su dott. Emilio Alessio Loiacono

Medico Chirurgo - Direttore dello Staff di Medicina OnLine
Questa voce è stata pubblicata in Neurologia, psichiatria, psicoterapia e riabilitazione cognitiva e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.