Sindrome da aspirazione di meconio: terapia, complicanze, prognosi, mortalità

MEDICINA ONLINE CULLA TERMICA PARTO PREMATURO PRETERMINA NEONATO BAMBINO INCUBATRICE VENTILATORE SONDINO BAMBINO BIMBO GRAVIDANZA MATERNITA INCINTA Premature_infant_with_ventilatorCon “sindrome da aspirazione di meconio(SAM) in medicina si intende l’insieme di sintomi causati dall’aspirazione di meconio (il materiale nerastro-giallastro-verdastro contenuto nell’intestino del feto, emesso nei primi giorni di vita del bambino) da parte di un neonato poco prima del parto o durante la nascita. L’aspirazione di meconio può causare polmoniti batteriche, ostruzione meccanica delle vie aeree, irritazione chimica ed inattivazione del surfattante, provocando una sindrome da distress respiratorio di gravità variabile che può portare ad insufficienza respiratoria e morte. Pur essendo una condizione di interesse soprattutto neonatologico, il ginecologo gioca un ruolo fondamentale al momento del parto e per tale motivo può essere chiamato a rispondere in ambito medico-legale.

Trattamento

Per aumentare le possibilità di sopravvivenza del neonato, il trattamento deve essere il più rapido possibile. Si deve cercare di aspirare con un tubicino il meconio presente nella orofaringe e/o nella laringe e/o nella trachea; l’aspirazione viene eseguita con tubo endotracheale sottile collegato ad un aspiratore di meconio. Se l’aspirazione non ha successo, va considerata l’ipotesi di un lavaggio bronchiale. Una volta rese pervie le vie respiratorie si prosegue con una respirazione artificiale ad alta frequenza ed eventualmente con una terapia a base di surfattante. Intubazione e ventilazione continua a pressione positiva sono indicate se il distress respiratorio persiste; se necessario si pratica ventilazione meccanica e si fa ricoverare il neonato in unità di terapia intensiva neonatale. La terapia ventilatoria con alta frequenza oscillatoria (HFO) trova un suo spazio elettivo nel determinare un minor barotrauma e un più diffuso reclutamento alveolare. Migliore risulta essere anche il controllo dell’ipercapnia, proprio in funzione dell’oscillazione della colonna di gas anche in fase espiratoria. Poiché la ventilazione a pressione positiva aumenta il rischio di una sindrome da perdita d’aria polmonare, è essenziale un attento monitoraggio e frequente rivalutazione della situazione per individuare queste complicanze che devono essere cercate per ogni neonato intubato se la pressione arteriosa, la perfusione o la saturazione dell’O2 peggiorano improvvisamente. Il surfattante deve essere valutato nei neonati in ventilazione meccanica con elevato fabbisogno di ossigeno. L’aspirazione di meconio può essere correlata a infezione batterica: a tal proposito a volte vengono somministrati antibiotici (di solito ampicillina e un aminoglicoside). L’inalazione dell’ossido nitrico (NO) è un’altra possibile terapia che, nel caso assai frequente di ipertensione polmonare, è ormai routinaria. L’ossido nitrico è miscelato in quantità infìnitesimale (5-15 PPM) al gas erogato dal respiratore e svolge localmente un grande effetto vasodilatatorio. La somministrazione di ossigeno supplementare è il cardine del trattamento per la sindrome e – nei casi meno gravi – l’unica terapia necessaria.

Complicanze

Possibili complicanze della sindrome da aspirazione di meconio, sono:

  • polmonite batterica;
  • sindrome da distress respiratorio neonatale;
  • ipertensione polmonare;
  • insufficienza respiratoria;
  • morte per insufficienza respiratoria.

L’intrappolamento dell’aria, fenomeno fisiopatologico costante in questa sindrome,
espone i neonati a grave rischio di pneumotorace e/o pneumopericardio.

Prognosi

La prognosi è generalmente buona, sebbene vari in funzione di vari fattori. Fattori che possono peggiorare la prognosi, sono:

Mortalità

Quando si instaura una sindrome da aspirazione massiva di meconio, la mortalità può raggiungere il 40%. La morte è quasi sempre determinata da grave insufficienza respiratoria acuta. L’insufficienza respiratoria secondaria a sindrome da aspirazione di meconio rappresenta una delle principali cause di morbilità e mortalità nella popolazione neonatale dei paesi industrializzati.

Conseguenze

I neonati con sindrome da aspirazione di meconio hanno statisticamente un maggior rischio di soffrire di asma bronchiale nella loro vita.

Continua la lettura con:

Leggi anche:

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo
Direttore dello Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram, su YouTube, su LinkedIn e su Pinterest, grazie!

Informazioni su dott. Emilio Alessio Loiacono

Medico Chirurgo - Direttore dello Staff di Medicina OnLine
Questa voce è stata pubblicata in Pediatria e malattie dell'infanzia, Polmoni ed apparato respiratorio e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.