Iperstenia: definizione, significato, etimologia, fisiologica e patologica

MEDICINA ONLINE MUSCOLI PESI PESISTICA SPORT IPERTROFIA MUSCOLARE ALLENAMENTOIl termine “iperstenia” (pronuncia “iperstenìa”) in medicina indica un aumento dell’energia fisica e/o mentale. Il contrario di iperstenia è “astenia“, che indica diminuzione o assenza di energia fisica e/o mentale.

Iperstenia muscolare

L’espressione “iperstenia muscolare” indica un aumento della forza muscolare, mentre “iperstenia nervosa” indica un aumento delle energie mentali o del tono psichico. Nonostante il fatto che l’iperstenia muscolare sia solo un tipo specifico di iperstenia, spesso il termine “iperstenia”, adoperato da solo, viene usato come sinonimo di “iperstenia muscolare”.

L’iperstenia muscolare può essere:

  • fisiologica: ad esempio quando la muscolatura viene opportunamente allenata e, diventando ipertrofica, esprime maggiore forza;
  • patologica: quando viene determinata da una patologia, ad esempio patologie nervose e/o ortopediche.

In medicina il termine “iperstenia” viene anche usato in genere per indicare l’aumento dell’efficienza funzionale di un dato organo, ad esempio “iperstenia gastrica” (correlata ad iperpepsia e iperperistalsi) o “iperstenia vascolare“.

Etimologia

Il termine “iperstenia” deriva dal greco ὑπερ (pronuncia “uper”) che significa “sopra, aumentato” e σϑένος (pronuncia “stenos”) che significa “forza”, quindi “aumento di forza”.

Ipertonia muscolare ed iperstenia muscolare

Mentre “ipertonia muscolare” indica l’aumento del tono muscolare, “iperstenia muscolare” indica l’aumento della forza muscolare. I due termini non sono sinonimi e non sono necessariamente correlati. L’ipertonia muscolare può in alcuni casi accompagnarsi ad una iperstenia muscolare mentre in altri casi ciò non si verifica, e viceversa. In parole semplici:

  • un aumento del tono muscolare non è correlato necessariamente un aumento della forza muscolare;
  • un aumento della forza muscolare non è correlato necessariamente ad un aumento del tono muscolare.

Distonia e miotonia

I termini citati in questo articolo non devono essere confusi con altri due termini simili: distonia e miotonia. Con “distonia” in medicina si indica una difficoltà motoria caratterizzata dall’assunzione di atteggiamenti posturali del tutto involontari dell’individuo: il paziente assume senza volerlo posizioni innaturali e le mantiene per tempi prolungati senza poterle modificare volontariamente oppure riuscendo a modificarle ma sono molto lentamente. La distonia rientra nel grande gruppo delle “discinesie” (disordini del movimento). Con “miotonia” si intende un segno localizzato o sistemico, che riguarda la muscolatura volontaria striata, in cui persiste una contrazione muscolare prolungata anche dopo la fine dello stimolo eccitatorio.

Per approfondire:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Neurologia, psicopatologia e malattie della mente, Ortopedia, reumatologia e medicina riabilitativa e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.